La vita di un pazzo d'amore

Un innamorato davanti al computer in un mondo che va di fretta

  • Post più letti

  • Categorie

  • Archivi

  • Licenza del sito

    Creative Commons License
    "La vita di un pazzo d'amore" è rilasciato sotto licenza Creative Commons.
  • Donazione

    Dona a La vita di un pazzo d'amore

Gestire la CPU su Ubuntu

Posted by mika29 su 08/03/2009

processore

Un processore

La CPU dei computer è uno dei fattori più importanti da impostare in un sistema operativo. Basta pensare che molti virus su Windows fanno crashare il pc sollecitando costantemente il processore e facendolo lavorare al massimo dei cicli consentiti. Questo causa riscaldamento che porta il sistema operativo a spegnere automaticamente il computer per evitare che il processore fonda.

Su Ubuntu il problema non deriva da virus, ma da alcuni programmi (come i convertitori audio o video) che usano il massimo del processore disponibile. Usando il processore costantemente e al massimo dei cicli, provocano lo spegnimento di Ubuntu che vuole evitare di fondere la CPU.

Aggiungi applet

Aggiungi applet

E allora per risolvere il problema basta limitare il numero di cicli del processore. Se la CPU lavora al massimo a 1,83 GHz noi possiamo limitarla a lavorare a 1,00 GHZ evitando così un riscaldamento eccessivo del processore. Piccola controindicazione: ci metteremo di più a fare quel determinato lavoro.

Per farlo dobbiamo usare un applet di Gnome chiamato “Variazione frequenza CPU“. Basta metterlo nella barra di Ubuntu per caricarlo automaticamente a ogni avvio del sistema. Vi faccio notare che bisogna aggiungere un applet per ogni core del processore e modificare il core da controllare attraverso le preferenze dell’applet.

applet

Menù dell'applet

Una volta inseriti gli applet nella barra si può fare la modifica al limitatore della CPU. Per farlo bisogna usare il menù che appare cliccando sull’applet  con il tasto sinistro del mouse.

Il menù è diviso in due parti (come si vede nell’immagine): una che rappresenta alcuni step di cicli del processore (nel mio caso 1 GHz, 1,33 GHz, 1,83 GHz) e una che rappresenta le quattro tipologie di uso del processore.

Per spiegarmi meglio: la prima parte fissa una velocità di uso del processore, la seconda parte fa variare il processore nei modi che adesso vi spiegherò.

Il metodo “Ondemand” (il secondo della lista) è quello predefinito di Ubuntu.
Ciò significa che il sistema userà il minimo possibile il processore, appena il carico di lavoro aumenta il processore viene usato alla massima frequenza possibile finchè il lavoro è finito. Questo, se il lavoro è duraturo, provoca un uso intenso del processore con conseguente riscaldamento.

Il metodo “Conservative” è simile al metodo precedente, con la differenza che anziché passare direttamente al valore più alto passa (in questo caso) a 1,33 GHz e se, il lavoro richiede altro processore, a 1,83 GHz. Rispetto al precedente il numero di cicli del processore sale a gradini.

I metodi “Performance” e “Powersafe” sono due metodi opposti. Il primo utilizza sempre il processore alla massima frequenza, anche se il lavoro è quasi nullo, il secondo utilizza sempre la minima frequenza possibile, anche se il lavoro è enorme.

Annunci

Una Risposta to “Gestire la CPU su Ubuntu”

  1. Muflone said

    incredibile, lo stavo scrivendo io oggi questo articolo 🙂
    vabbe` lo linkero` qui al tuo, trattando le parti da te non trattate, console e driver

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: