La vita di un pazzo d'amore

Un innamorato davanti al computer in un mondo che va di fretta

  • Post più letti

  • Categorie

  • Archivi

  • Licenza del sito

    Creative Commons License
    "La vita di un pazzo d'amore" è rilasciato sotto licenza Creative Commons.
  • Donazione

    Dona a La vita di un pazzo d'amore

E anche la Montalcini se ne va

Posted by mika29 su 04/09/2009

Fondazione EbriAnche un premio Nobel come Rita Levi Montalcini rischia di non poter fare ricerca in Italia per un semplice motivo: non essere abbastanza finanziata dallo Stato Italiano.

Infatti, come riporta Repubblica, l’Ebri, l’istituto di ricerca sul cervello fondato a Roma dallo stesso premio Nobel, è sotto sfratto dalla fondazione Santa Lucia che lo ospita.
Avevo letto la notizia del probabile sfratto sull’articolo nel primo numero di Wired dedicato alla Montalcini, ma non pensavo che da febbraio (data di uscita del magazine) a luglio (mese in cui è stata inviata la lettera di sfratto) le cose peggiorassero.

Soprattutto non lo pensavo dopo che lo stesso Presidente della Repubblica, nel giorno del centenario della Montalcini, aveva lanciato un allarme sulla gestione finanziaria dell’Ebri (che è un ente senza scopo di lucro).

Con lo sfratto, oltre ai 50 ricercatori, si rischia di compromettere tutta la ricerca fatta fino a questo momento dal Montalcinipremio Nobel e dai suoi colleghi. Tutte le interessanti novità legate al fattore della crescita delle cellule nervose che permetterebbero di aiutare e guarire i vari malati di Alzhaimer, Parkinson e ictus andrebbero perse.

O forse non andrebbero perse, ma si rischierebbe (per l’ennesima volta), di mandare dei bravi ricercatori italiani (e non) via dall’Italia solo perchè nel nostro paese non si vuole investire sulla ricerca ma si pensa solo a pagare lautamente gli innumerevoli Parlamentari e Senatori italiani (sono i miglior pagati in tutta l’Unione Europea).

Il ministro della Pubblica Istruzione Gelmini ha annunciato oggi pomeriggio che il Governo aiuterà l’istituto con 485.000 euro. Spero solo che questo non sia solo un “rimandare la situazione a data vicina”, ma sia un primo passo per rigenerare tutto il movimento della ricerca italiano.

Per approfondimenti vi rimando ai due articoli su Repubblica: il primo sullo sfratto, il secondo sulle dichiarazioni del Ministro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: